Le risparmiosissime giornate degli utensili da cucina

Appena si accorciano le giornate, viene fuori il riccio che c’è in noi. Ci rintaniamo al coperto, ci raggomitoliamo quando fuori fa freddo in cerca di calore e conforto. Invece di girare per ristoranti a riempirci la pancia, rimaniamo dove ci aspettano il pepe, l’olio di oliva e l’utensile da cucina: a casa! Invitiamo per una buona cenetta grandi e piccini, amici e parenti, tutta la squadra o semplicemente noi stessi. Si procede così a bollire, cuocere, arrostire, grattugiare e mescolare e chi più ne ha più ne metta in base all’attrezzatura e alla ricetta. Perché il divertimento in cucina non manchi nemmeno nella stagione fredda, abbiamo raccolto un paio di consigli sugli utensili da cucina che consentono di preparare al meglio deliziosi piatti divertendosi grazie all’intervento tecnologico. Per una squadra perfetta in cucina non possono mancare:

1. Il macchinista

Non importa quante funzioni abbia, quanto costi o quanto spazio occupi,  per mescolare come si deve, non c’è professionista della cucina che ne faccia a meno.  Il muffin all’ananas ha bisogno di essere lavorato e la mousse di castagne va montata. La torta di prugne con crumble alla cannella va mescolata a dovere e per la Paris Brest ci vogliono ingredienti ben dosati. Quando si cucina, tante cose si possono fare manualmente ma il robot da cucina aiuta ad essere più veloci e a preservare le mani e la pazienza. È in grado di montare, impastare, spremere e sminuzzare in continuo per un risultato perfetto. Sono disponibili di qualsiasi dimensione in base allo spazio a disposizione, con qualsiasi design e di qualsiasi categoria di prezzo. Una cosa hanno in comune tutti i modelli: semplificano la vita e sanno assemblare tanti ingredienti per creare un’unica meraviglia.

2. Il mescolatore

Ciò nonostante per alcuni maestri di cucina questo tipo di robot factotum risulta troppo grande, complicato, con troppi pezzi o semplicemente troppo costoso. Chi si cimenta ai fornelli solo qualche volta o preferisce l’essenziale, può ritenersi soddisfatto con singoli elementi. Ad esempio, per i biscotti zenzero e limone, quelli all’anice o i cappellini da prete al cocco basta un normale sbattitore per sentire in ogni angolo della casa il delizioso profumo dei biscotti appena sfornati. È molto semplice preparare anche minestre o frullati a base di latte. Grazie alla lama multiuso, allo sbattitore e alla frusta il frullatore ad immersione riduce in purea tutto, dalla zucca alla patata dolce. A chi è specializzato in frullati, consigliamo di acquistare un frullatore tradizionale che non serve solo a far schiumare avocado e kiwi ma sa tritare anche le erbe aromatiche e le spezie.  Il tritatutto è invece apprezzato dai salutisti. Riduce pezzi di frutta e verdura in bocconcini, spirali o li trita finemente. 

3. Il fornaio

Il forno serve a sfornare ottime torte, ovvio. Ma quando la crosta diventa troppo secca? Chi non ha voglia di un tiepido pane di patate ai semi da accompagnare all’insalata, del pane alla pancetta con formaggio per raclette come piatto unico oppure del pane al finocchio per farsi semplicemente uno spuntino, magari spalmato di burro? A volte bisogna adattare anche gli ingredienti: c’è chi è intollerante al glutine e chi va pazzo per la spelta. E una manciatina di noci nel pane al latticello non sarebbe male come idea. Per fortuna esistono le macchine per il pane che danno spazio a creatività e richieste particolari. Sono apparecchi che consentono diversi gradi di doratura e grazie al temporizzatore integrato e alla giusta temperatura il pane a casa è sempre davvero fresco. 

 

 

4. Il barista

I piatti sono vuoti, le pance piene e gli ospiti soddisfatti. Manca solo un sorso di caffeina. È vero che si può mettere sul fuoco una moka dopo l’altra e schiumare il latte a mano oppure mettere in azione la buona vecchia macchina del caffè, però a chi impazzisce per la schiumetta del flat white o del latte macchiato consigliamo vivamente di acquistare una macchina da caffè automatica. In un attimo questo tuttofare prepara il caffè per ogni gusto, combinando il grado di intensità e la quantità di latte giusti. Chi ritiene che una macchina automatica sia troppo costosa, ingombrante o altrimenti inadatta, può fare un pensierino per una macchina per il caffè a capsule. Anche un utensile del genere è perfetto per regolare l’intensità ed è pratico da utilizzare.

5. La pentola calda

Tutti hanno forno e fornelli, si sa. E quando bisogna riscaldare qualcosa velocemente, scongelare, grigliare e scaldare il latte senza che fuoriesca? Non c’è che lui, il microonde. Ce ne sono di tutti i tipi di design, di qualsiasi dimensione e categoria di prezzo. Ma più avanzati sono i cosiddetti multicooker: robot da cucina con funzione di cottura che non solo sminuzzano, pestano e ammollano ma sanno anche riscaldare. La minestra di zucca con ras el hanout e limetta diventerà un gioco da ragazzi. Preparare il risotto alle cime di rapa sarà facile quanto spalmare il burro sul pane. E sarà più veloce sminuzzare le carote che vanno aggiunte al sorbetto alle arance, rispetto a preparare il tavolo per il dessert. 

6. L’intrattenitore

Pochi piatti superano i tradizionali spaghetti alla carbonara con pasta fatta in casa del ristorante italiano dietro l’angolo. Chi invece preferisce stare a casa in una giornata di vento invernale, può cimentarsi a produrre spaghetti, penne, fettuccine o lasagne con una macchina per la pasta. Non solo il gusto è delizioso ma la preparazione è anche un momento divertente da condividere con altri. Un altro mago dell’intrattenimento è l’apparecchio per raclette. Vale la pena acquistarlo per gustare il formaggio fuso durante le imminenti festività.