Un aiuto ottimale per le faccende di casa:

la guida melectronics agli aspirapolvere 

La propria casa dovrebbe essere un luogo di relax e di riposo. Se poi mantenere l’ordine è facile, tanto meglio! Grazie agli aspirapolvere di alta qualità di melectronics i lavori domestici saranno una piacevole attività secondaria. Da noi trovi tutto l’occorrente per attrezzare la tua casa secondo le tue esigenze. 


Un modello adatto per ogni esigenza.

Dal pratico aspirapolvere alla pulitrice a vapore ergonomica: nel nostro assortimento trovi una vasta scelta che comprende vari tipi e modelli.

.

1. L’aspirapolvere
1. L’aspirapolvere
il pratico tuttofare per la casa
2. Il miniaspirapolvere
2. Il miniaspirapolvere
per la pulizia veloce tra una cosa e l’altra
3. L’aspirapolvere robot
3. L’aspirapolvere robot
l’aiutante domestico automatizzato
4. La pulitrice a vapore
4. La pulitrice a vapore
pulizia a umido per tutti i pavimenti

6 aspetti da considerare all’acquisto di un aspirapolvere:

1. Numero di watt: più potenza non significa necessariamente una potenza di aspirazione maggiore. Il numero di watt indica solo la potenza elettrica dell’apparecchio durante il suo utilizzo e con ciò la quantità di corrente elettrica che consuma.

2. Potenza di aspirazione:  la potenza di aspirazione dipende da diversi fattori. Quelli più importanti sono la costruzione del tubo e della bocchetta nonché il coordinamento del motore con entrambi i componenti.

3. Sistema di filtri: per il normale utilizzo si addicono i comuni microfiltri contenuti in tutti gli aspirapolvere. I filtri più sottili, come ad esempio i filtri HEPA («High Efficiency Particulate Airfilter»), sono consigliati in particolar modo a chi soffre di allergie. Assicurati tuttavia di pulire o sostituire il filtro regolarmente.

4. Raggio d’azione: per raggio d’azione si intende la libertà di movimento nell’utilizzo di un determinato apparecchio. I criteri sono la lunghezza del cavo, del tubo telescopico e del tubo di aspirazione.

5. Versatilità del modello: per ogni modello di aspirapolvere vale la regola seguente: aiutarti in modo ottimale nei lavori domestici. È quindi consigliabile assicurarsi che gli accessori e l’equipaggiamento dell’apparecchio di tua scelta corrispondano perfettamente alle tue esigenze.

6. Efficienza energetica: nel 2014 l’UE ha introdotto per la prima volta l’etichetta energetica anche per gli aspirapolvere, la quale informa i consumatori sulla classe di efficienza energetica, la classe di pulizia e di emissione della polvere, la potenza assorbita e la rumorosità. Nel settembre del 2017 queste indicazioni sono state rese più stringenti: la potenza assorbita, ad esempio, è stata portata da 1’600 a 900 watt ed è entrata in vigore una nuova suddivisione delle classi di efficienza energetica: le classi da E a G sono state eliminate, in compenso l’etichetta comprende le classi da A+ a A+++ per gli aspirapolvere il cui risparmio energetico è particolarmente elevato.



1. L’aspirapolvere: il pratico tuttofare per la casa

La scelta del modello adatto dovrebbe orientarsi alle caratteristiche della tua casa. Per chi ad esempio deve pulire molti pavimenti in laminato o in parquet, l’aspirapolvere è l’apparecchio ideale. Trova ora l’aspirapolvere ideale per le tue esigenze nel nostro vasto assortimento.

6 aspetti da considerare all’acquisto di un aspirapolvere

1. Sacchetti: la prima domanda che devi porti nel momento dell’acquisto di un aspirapolvere è se preferisci un modello con o senza sacchetto. I sacchetti raccoglipolvere sono facili da sostituire, ma devono essere acquistati regolarmente. I modelli senza sacchetto raccoglipolvere sono invece più difficili da pulire, ma a lungo andare fanno risparmiare.

2. Lunghezza del cavo: determina il raggio d’azione e la tua libertà di movimento.

3. Modelli senza cavo: se per te è molto importante poterti muovere liberamente mentre fai le pulizie, allora l’aspirapolvere ad accumulatore è ciò che fa al caso tuo. Grazie all’accumulatore puoi passare l’aspirapolvere sempre e ovunque, senza dover cercare le prese elettriche. L’acquisto di un aspirapolvere ad accumulatore di alta qualità di melectronics è consigliabile soprattutto per gli spazi in casa difficilmente accessibili.

4. Consumo energetico: controlla la potenza in watt per risparmiare elettricità.

5. Potenza di aspirazione: gli apparecchi con una potenza di aspirazione regolabile ti consentono inoltre di impostare l’intensità a seconda della superficie.

6. Accessori: uno dei principali vantaggi degli aspirapolvere sono gli accessori e gli elementi aggiuntivi utilizzabili in svariati modi e che permettono di impostare in un attimo l’apparecchio, a seconda della superficie, per ottenere un risultato ottimale. Vale dunque la pena considerare questo aspetto al momento dell’acquisto.

M consiglia

Scopri nel video i vantaggi di un aspirapolvere per pavimenti sull’esempio di Ultra Silencer di Electrolux. 

M consiglia

Scopri nel video i vantaggi di un aspirapolvere per pavimenti senza sacchetto sull’esempio di Cinetic Big Ball Absolute 2 della Dyson. 


2. Il miniaspirapolvere: per la pulizia veloce tra una cosa e l’altra

Conosci anche tu quei piccoli angoli che spesso si tralasciano, perché difficilmente raggiungibili con il classico aspirapolvere? In tal caso un miniaspirapolvere dell’assortimento di melectronics può esserti di aiuto. Facile da usare e leggero, è il sostituto ideale di scopino e paletta.

 

 

 

 

 

Conosci anche tu quei piccoli angoli che spesso si tralasciano perché difficilmente raggiungibili con il classico aspirapolvere? In tal caso un miniaspirapolvere dell’assortimento di melectronics può esserti di aiuto. Oltre alla facile maneggevolezza e al peso ridotto, i vantaggi a favore dell’acquisto di un miniaspirapolvere sono molteplici.

Cosa considerare quando si acquista un miniaspirapolvere:

Modelli 2 in 1: Accanto ai classici miniaspirapolvere, l’assortimento melectronics offre anche i pratici modelli 2 in 1, che si contraddistinguono per l’elevata funzionalità e la lavorazione di alta qualità. Con una scopa elettrica senza cavo pulisci tutti gli angoli della tua casa e, a seconda della situazione, puoi scegliere tra aspirapolvere e miniaspirapolvere.

 

M consiglia

Scopri nel video i vantaggi di un aspirapolvere ad accumulatore senza cavo sull’esempio di Speed Pro Max della Philips. 


3. Il robot aspirapolvere: l’aiuto domestico automatizzato

Qualunque cosa tu faccia, ovunque tu sia: lascia che un robot aspirapolvere dell’assortimento melectronics svolga le pulizie di casa per te. 

Il robot si muove autonomamente attraverso i locali della tua abitazione, schivando gli ostacoli grazie a una funzione di navigazione. Al contempo aspira polvere in modo continuo, pulendo così i tuoi pavimenti.  

6 aspetti da considerare per l’acquisto di un aspirapolvere robot:

1. Navigazione e caratteristiche sensoriali: gli aspirapolvere robot di buona qualità sono dotati di diversi sensori ottici e acustici. Questo consente loro di riconoscere i punti più sporchi e pulirli in modo più intenso. Alcuni modelli dispongono di una telecamera che permette una navigazione ancora più precisa ed efficiente del robot, e con questo anche la pulizia di superfici più grandi.

2. Altezza del robot: soprattutto nel caso degli aspirapolvere robot vale la pena tenere in considerazione l’altezza dell’apparecchio. Prima di prendere una decisione, valuta se l’aspirapolvere dovrà raggiungere anche le superfici sotto letti, divani e armadi.

3. Autonomia e tempo di ricarica: in termini di autonomia e tempo di ricarica gli aspetti importanti sono due. Primo: di quanto tempo necessita l’accumulatore per la ricarica completa? Secondo: quanto dura la carica? Un apparecchio medio pulisce una superficie di circa 20 metri quadri nell’arco di 30 a 45 minuti. Vale tuttavia quanto segue: l’autonomia non equivale alla superficie. I modelli disponibili sul mercato presentano grandi differenze.

4. Efficienza: a seconda della qualità del modello può variare anche la l’efficienza della pulizia. I modelli convenienti, ad esempio, puliscono la superficie con un panno in microfibra, mentre le versioni più costose dispongono di funzioni aggiuntive come le lampade a raggi UV o serbatoi dell’acqua.

5. Manutenzione: a seconda del tipo di sporcizia, gli aspirapolvere robot dotati di spazzole necessitano di una maggiore manutenzione. Le lamelle in gomma, al contrario, evitano l’accumulo di peli e capelli e sono quindi particolarmente indicate in caso di animali o capelli lunghi.

6. Programmazione: decidi se avviare il robot manualmente o se preprogrammarlo per determinati giorni della settimana e orari. I modelli più recenti offrono anche la possibilità di avviare e programmare l’aspirapolvere tramite un’app, comodamente e ovunque ci si trovi.

M consiglia

Scopri nel video i vantaggi di un robot aspirapolvere sull’esempio del Powerbot della Samsung.  


4. La pulitrice a vapore: pulizia a umido delicata per pavimenti e natura.

Le pulitrici a vapore rappresentano un’alternativa ecologica a detergenti aggressivi e nocivi per l’ambiente. Rimuovono infatti delicatamente lo sporco dal pavimento servendosi di vapore molto caldo che raggiunge una temperatura tra 100 °C e 150 °C, uccidendo così batteri e altri germi senza però nuocere all’ambiente. Inoltre, la quantità d’acqua necessaria è nettamente inferiore rispetto ai metodi di pulizia tradizionali.

 

5 aspetti da considerare per l’acquisto di una pulitrice a vapore:

1. Il peso dell’apparecchio: prima dell’acquisto assicurati che il peso dell’apparecchio ti permetta di utilizzarlo senza difficoltà per un tempo prolungato. Le indicazioni presenti sull’etichetta energetica* si riferiscono sempre al peso a vuoto, cioè quando l’apparecchio non è stato riempito. Nello shop online di melectronics trovi informazioni dettagliate per ogni singolo prodotto sul peso a vuoto e sul peso dell’apparecchio dopo essere stato riempito.

2. Potenza: una pulitrice a vapore dovrebbe avere una potenza di almeno 1000 watt. La temperatura del vapore dovrebbe raggiungere almeno 100 °C.

3. Pulizia: assicurati che pulire l’apparecchio sia facile e che richieda poco tempo.

4. Maneggevolezza: per aiutarti in modo ottimale, la pulitrice a vapore deve essere pratica e di facile maneggevolezza. Vale quindi la pena controllare che le rotelle scorrano agevolmente sul pavimento e che la potenza del vapore sia regolabile su vari livelli.

5. Decalcificazione: alcuni apparecchi dispongono di cartucce anticalcare. È comunque in ogni caso consigliabile utilizzare sempre dell’acqua distillata per evitare la sgradevole formazione di calcare.

*L’obbligo di etichettatura non vale per: aspiraliquidi, aspiraliquidi e aspirasolidi combinati, aspirapolvere con sola alimentazione ad accumulatore, aspirapolvere industriali, aspirapolvere robot, aspirapolvere centralizzati, aspirapolvere per esterni e scope a vapore.