La guida al televisore perfetto.

Ti serve un televisore nuovo ma non sai quale apparecchio sia in grado di soddisfare le tue esigenze e offrire al contempo il miglior rapporto qualità-prezzo? In questa guida approfondiamo i più importanti aspetti tecnici e ti illustriamo i punti da tenere presenti quando acquisti un televisore.


6 aspetti da considerare all’acquisto di un televisore

1. Dimensioni dello schermo
1. Dimensioni dello schermo
Il formato perfetto.
2. Tecnologia
2. Tecnologia
La performance degli apparecchi di oggi.
3. Risoluzione
3. Risoluzione
Per vedere al meglio.
4. Smart TV
4. Smart TV
Le TV più intelligenti.
5. Sistemi audio
5. Sistemi audio
Per il suono migliore.
6. Collegamenti e accessori
6. Collegamenti e accessori
Per le combinazioni migliori.

1. Dimensioni dello schermo

Le dimensioni ideali dello schermo possono essere calcolate in base alla distanza di seduta dal televisore. Di norma vengono espresse in pollici. Viene sempre misurata la diagonale dello schermo vero e proprio e non le dimensioni dell'intero apparecchio. Non esiste pertanto una «dimensione standard»: l'assortimento di melectronics propone apparecchi di tutte le dimensioni attualmente di uso comune, da quelli con una diagonale di 22 pollici fino ai modelli da 78 pollici.

Distanza di seduta

La regola di base prevede che la distanza di seduta nel caso di un modello Full HD debba essere pari a tre volte l'altezza dell'immagine del televisore. Nel caso di modelli con una risoluzione UHD è sufficiente una distanza di seduta pari a due volte l'altezza dell'immagine. 

Esperienza visiva

Se non riesci a fare una scelta tra due modelli di dimensioni diverse, ti consigliamo in linea massima di optare per quello più grande. Un televisore troppo piccolo può ridurre sensibilmente l'esperienza visiva. Per le abitazioni di dimensioni ridotte sono consigliati apparecchi moderni con una cornice sottile, nei quali la superficie effettivamente utilizzata per lo schermo vero e proprio è maggiore.


2. Tecnologia

I televisori moderni si distinguono per le varianti di schermo, le tecnologie contenute negli apparecchi e il design. Scopri qui gli aspetti più importanti per la scelta del tuo televisore.

LED

La tecnologia a LED è al momento una delle più conosciute sul mercato dei televisori. I televisori a LED offrono una luminosità elevata, che può essere particolarmente vantaggiosa negli ambienti con molta luce.

OLED

I colori dei televisori OLED sono assolutamente brillanti, la riproduzione di movimenti rapidi è fluida e il contrasto è superiore rispetto ai televisori LED. L’OLED consente inoltre di realizzare apparecchi di spessore inferiore.

QLED

Alcuni produttori definiscono i televisori QLED come il prossimo grande passo nell'evoluzione dei televisori a schermo piatto. Questi apparecchi sorprendono con colori ancora più intensi dei televisori OLED e convincono anche negli ambienti con molta luce.

Curved

I televisori curved, con la loro forma curva, rendono l'esperienza visiva ancora più coinvolgente per lo spettatore che, tuttavia, per un effetto ottimale, deve posizionarsi frontalmente davanti allo schermo




3. Risoluzione

Una risoluzione più alta si traduce in un'immagine più nitida: durante gli eventi sportivi si possono vedere i fili d'erba di un campo di calcio, gli effetti dei film visivamente complessi sono più nitidi e plastici e nei primi piani si possono addirittura individuare le fibre degli abiti degli attori.

Tecnologia

Sul mercato sono presenti diverse risoluzioni. Il fatto che la differenza tra le diverse tecnologie (4K, Ultra HD o Full HD) sia effettivamente percepibile dipende non da ultimo dalle dimensioni del televisore. In generale è possibile affermare che più grande è l'apparecchio, più si noterà la nitidezza delle immagini. Per chi desidera anche in futuro godere della risoluzione migliore, i modelli 4K/Ultra HD sono sicuramente consigliati.

Frequenza d’aggiornamento dell’immagine

La frequenza d'aggiornamento dei pannelli (schermi) viene indicata in hertz. Esistono soltanto i valori 50 Hz e 100 Hz. Questo valore indica il numero di attualizzazioni dell'immagine al secondo. Gli schermi piatti moderni utilizzano alte frequenze d'aggiornamento, soprattutto per riprodurre i movimenti rapidi in modo più scorrevole. Ciò significa che un numero superiore di Hertz consente di ottenere una riproduzione più fluida delle immagini. Le tecnologie di miglioramento dell'immagine ottimizzano ulteriormente la frequenza d'aggiornamento dei pannelli.


4. Smart TV

Gli Smart TV creano un collegamento tra i televisori tradizionali e Internet. Concretamente ciò significa che con uno Smart TV è ad esempio possibile navigare in rete, guardare video su YouTube in streaming e persino utilizzare numerose app. Con streaming si indica la trasmissione e la riproduzione contemporanee di dati video e audio tramite Internet.

Scopri subito il nostro assortimento:

Fornitore

In pratica tutti i fabbricanti più importanti offrono televisori con proprietà Smart TV. In questo campo hanno un vantaggio i modelli dotati di supporto WLAN, che riducono l'utilizzo di cavi.

Utilizzo del logo

Skype, YouTube, Netflix, Amazon Prime e le mediateche dei canali televisivi sono le tipiche applicazioni disponibili. Occorre osservare che per alcuni servizi supplementari è necessario creare un account utente a pagamento.


5. Sistemi audio

 Se accendi il televisore solo per guardare gli abituali programmi televisivi bastano gli altoparlanti integrati. Per riprodurre invece l'atmosfera di una sala cinematografica in casa, oltre a un televisore moderno di grandi dimensioni occorre dotarsi anche di un buon impianto audio.

Dal momento che la struttura degli schermi piatti non permette di riprodurre l'audio di una sala cinematografica, è consigliabile l'utilizzo di altoparlanti esterni. 

Altoparlanti esterni

L'installazione di una soundbar ti consente di risparmiare numerosi altoparlanti e chilometri di cavi. Se desideri un suono ancora più profondo ti consigliamo un subwoofer esterno. Per un effetto di surround sound in casa è raccomandata una combinazione di soundbar e subwoofer con altoparlanti multiroom. Se desideri ascoltare musica anche in altri locali, puoi semplicemente ampliare il sistema multiroom con ulteriori altoparlanti.

Ricevitore AV

Un ricevitore AV ha lo scopo di amplificare la resa dei segnali audio di un sistema sound e ottimizza quindi la qualità dell'esperienza complessiva. Quasi tutti i nuovi apparecchi WLAN supportano questa tecnologia e consentono, oltre a una visione perfetta dei film, anche di ascoltare musica e programmi radiofonici trasmessi online.


6. Collegamenti e accessori

 Meglio troppo che troppo poco:  le prese di un televisore non sono mai abbastanza. 

Senza le prese giuste non potrai collegare gli apparecchi periferici al tuo televisore. Ecco quelle più importanti:

HDMI

L'interfaccia per eccellenza. A seconda del modello, sul retro dell'apparecchio sono presenti da 1 a 4 prese di questo tipo. HDMI trasmette sia immagini che suoni con l'impiego di un solo cavo. Per una trasmissione Ultra HD ti serve un televisore con un'interfaccia HDMI 2.0

USB

Tramite questa interfaccia trasformi il tuo televisore in un apparecchio tuttofare. Goditi film, immagini o musica da un disco rigido esterno o da uno stick USB sul tuo televisore.

Apparecchi di vecchia generazione

VGA, SCART e tecnologie simili sono interessanti soprattutto per gli amanti di apparecchi più vecchi. Per collegare i vecchi modelli di notebook sono spesso necessarie prese VGA.

Registrazione con USB-Recording

Tramite la registrazione USB puoi registrare programmi televisivi su un disco rigido USB, se il televisore o il ricevitore lo supportano. Particolarmente pratico è il fatto che i supporti di memoria USB possano essere collegati anche a un computer, sul quale è quindi possibile elaborare i dati, a seconda delle necessità.